La Compagnia

Emanuele Cerra

Nato a Rovereto il 27/10/1982

Emanuele CV

Laureato in Scienze della Comunicazione nel 2009 all’Università di Verona. Dal 2002 al 2007 collabora come giornalista pubblicista al giornale Trentino redazione di Rovereto e Corriere delle Alpi redazione di Feltre. Studia recitazione dal 2008 prima ai Carichi Sospesi di Padova e poi all’Accademia Teatrale Veneta di Venezia, nella quale entra nel 2009 per il corso triennale, dove si diploma a giugno 2011. Ha studiato con insegnanti quali Toni Cafiero, Alessio Nardin, Giovanni Fusetti, Roberto Serpi, Renato Gatto, Silvia Gribaudi, Laura Moro, Adriano Iurissevich. Ha partecipato come attore a produzioni dirette da Massimo Navone, direttore della scuola Paolo Grassi di Milano, Stefano Pagin, Michele Modesto Casarin, Alessio Nardin e Adriano Iurissevich.

Ha frequentato nel 2010 un seminario estivo di masterclass “Prima del Teatro” a San Miniato (PI) con Nicolaj Karpov sulla biomeccanica di Mejerchol’d.

Studia attivamente Commedia dell’arte e il lavoro di maschera. In questo ambito ha frequentato nel 2010 il corso masterclass  “MASKera” di Commedia dell’arte diretto da Adriano Iurissevich a Venezia, studiando con Andrzej Leparski, Nelly Quette, Michele Modesto Casarin e Alessio Nardin.

Nel 2010 partecipa come attore al progetto di scambio teatrale “Italia-Russia” a Milano, promosso dalla scuola civica Paolo Grassi e dall’Accademia Nazionale delle Arti di San Pietroburgo, nel quale viene diretto dal regista Michail Smirnov. Con questo progetto a settembre andrà a San Pietroburgo.

Dal 2008 lavora in ambito pedagogico. È responsabile dell’ attività teatrale nei centri estivi per bambini fino ai 10 anni con l’associazione City service di Verona. Collabora dal 2009 con l’associazione Barchetta Blu di Venezia dove tiene numerose attività di lettura e teatro.

 

Clara Setti

Nata il 12/04/1984 a Rovereto (TN)

attrice, compagnia Evoè!Teatro

Clara CV

Si specializza nel triennio di formazione professionale dell’attore all’Accademia Teatrale Veneta (Venezia) dove consegue il diploma di attrice nel luglio 2012. Nel 2009 si laurea in Scienze della Comunicazione all’università degli studi di Verona. Studia con registi e insegnati tra cui Renato Gatto, Toni Cafiero, Michele Modesto Casarin, Adriano Jurissevich, Sandra ,Alessio Nardin, Laura Moro Segue seminari di clown Ted Kejser, di mimo e pantomima con Andrej Leparskji, movimento scenico con Vladimir Graniv (GITIS), recitazione sul verso e analisi del testo con Paola Bigatto, danza contact e contemporanea con Laura Moro e Silvia Gribaudi Nel 2011. Partecipa al Masteclass internazionale sul Clown-attore diretto da Vladimir Olshansky (dal 1 al 21 Agosto 2016). Studia Commedia dell’Arte con Alessio Nardin (luglio 2012-2013-2014)

Nel 2012 prende parte a produzioni teatrali di Commedia dell’Arte con Paola Bigatto e Michele Modesto Casarin, Nozze da Favola, con Vladimir Granov One More Time about Love e con Toni Cafiero Ribellati Cabaret. Quest’ultimo progetto nasce da una collaborazione con gli allievi drammaturghi della Scuola Paolo Grassi di Milano e lo scrittore Tiziano Scarpa.

Nel 2012 entra a far parte della compagnia Evoè!Teatro con la quale realizza e promuove il teatro d’innovazione e la scena contemporanea, con progetti di spettacolo e progetti che uniscono Teatro Arte e Cultura. Dal 2013 organizza OFF-side, rassegna di Teatro e Cultura, in collaborazione con L’associazione Smart e con il sostegno del Comune di Rovereto.

A Gennaio 2013, debutta in Prima Nazionale con lo spettacolo Tutto di Rafael Spregelburd, testo inedito in Italia. Regia di Alessio Nardin. Produzuine Evoè!Teatro. A Ottobre va in scena con CenerentolO, spettacolo di Teatro Ragazzi per la regia di Nicola Benussi,debutto al Teatro Cristallo di Bolzano. Compagnia teatroBlu (Bolzano). Nello stesso anno va in scena con Kaukalias, una versione da Il Gabbiano di Cechov (nel ruolo di Maŝa), regia di Alessio Nardin.

A Novembre 2013, entra a far parte del FIRESTARTER*, network internazionale che raccoglie più di 10 gruppi di altrettanti Paesi Europei che operano nel settore dell’arte e dell’intercultura. Dal 2013 lavora come attrice per il Carnevale ufficiale di Venezia, per la compagnia Pantakin (Venezia).

Nel 2014 in collaborazione con la compagnia internazionale LMN – Liminale Räume(Lipsia) realizza È Guerra – 2014 Da gli ultimi giorni dell’umanità di Karl Kraus. (selezionato al Festival Internazionale Under 35 TACT, in scena al Teatro Rossetti di Trieste)

Il 15 Dicembre 2015 debutta al Teatro Sanbapolis di Trento con Anfitrione mon Amour, spettacolo in Maschera vincitore del bando Residenze diffuse 2015. Regia di Emanuele Cerra. Produzione Evoè!teatro.

Il 18 Febbraio 2016 debutta al Teatro Melotti di Rovereto in Prima Nazionale con Bandierine al vento, dal testo Der Wind macht das Fänchen Philipp Löhle, regia di Toni Cafiero in replica al Piccolo Teatro di Milano il 20 Settembre 2016 nel Festival Internazionale Trame d’Autore 2016. Produzione: Evoè!Teatro.

A ottobre 2016 debutta con La Cucina di Arnold Wesker per la regia di Marco Bernardi, in replica fino al 16 di dicembre nei maggiori e minori teatri del Trentino Alto Adige. (Progetto di Compagnia Regionale, una coproduzione tra Centro SS Santa Chiara con Il Teatro Stabile di Bolzano).

Nel 2017/2018 con la compagnia avvia il progetto su Il Drago d’Oro di Roland Schimmelpfennig, opera inedita in Italia, tradotta dal tedesco Der Goldene Drache, regia Toni Cafiero e produzione Evoè!Teatro. Finalista al concorso nazionale Forever Young, La Corte Ospitale (RE). Ad Aprile 2018 debutta come regista in Giudizi Universali: spettacolo che unisce quattro corti teatrali radiofonici di Roberto Cavosi, diretti da quattro registi di 4 diverse compagnie. Partecipa allo studio ONEIRON: Progetto di spettacolo sulla violenza di genere creato da Roberto Traverso, Teatro OUT-OFF, Milano. Finalista al Premio Scintille 2017.

A Luglio 2018 partecipa allo spettacolo internazionale A Manual on Work and Happiness della compagnia Malavoadora di Lisbona (PL), presso il Festival Pergine Spettacolo Aperto.

Collabora con diverse compagnie e prende parte a progetti di Formazione teatrale, promozione della Cultura e del Teatro Contemporaneo.

 

Marta Marchi

Nata il 12/01/1986 a Trento

9

Si laurea in Lingue e Culture dell’Eurasia e del Mediterraneo all’Università Ca’ Foscari di Venezia nel marzo 2010 e si specializza alla scuola triennale di formazione dell’attore presso l’Accademia Teatrale Veneta dove consegue il diploma di attrice nel luglio 2012. Per studio e formazione personale trascorre lunghi periodi all’estero. Frequenta la quarta superiore a Vienna presso il liceo musicale “De La Salle Schule”. Partecipa al programma EVS (Servizio di volontariato europeo) a Izmit in Turchia, dove conduce per nove mesi un laboratorio creativo con i bambini e attività d’integrazione con donne disoccupate. Frequenta un trimestre all’Università di Damasco dove studia arabo e trascorre un mese presso lo Yemen Language Centre a Sa’na. Frequenta un semestre, grazie al programma Erasmus, presso la Bo ğaziçi Universitesi di Istanbul . Dopo il diploma teatrale vive a Berlino per sei mesi dove inizia a collaborare con LMN-Liminale Räume.
Inizia la sua formazione teatrale nel 2003 a Trento dove partecipa al progetto Alle fonti. Studi sul G8 di Genova 2001 presente al festival “Libera Informazione”. Prende parte a un laboratorio di teatro in carcere diretto da Amedeo Savoia. Studia danza contemporanea con Wally Holzhauser presso L’altro movimento e presso il CTR di Venezia con Nicoletta Cabassi. Partecipa a un laboratorio di Drammaturgia in piedi condotto da Renata Molinari con Maria Grazia Mandruzzato. Frequenta il Master di Commedia dell’Arte Mask.era condotto da Adriano Iurissevich e Officina Commedia dell’Arte diretto da Alessio Nardin. Nel triennio di formazione presso l’Accademia Teatrale Veneta studia con Renato Gatto, Adriano Iurissevich, Michele Casarin, Sandra Mangini, Roberto Serpi, Alessio Nardin, Toni Cafiero e frequenta seminari di clown con Ted Kajser; maschera neutra, mimo e pantomima con Andrej Leparskj; recitazione sul verso e analisi del testo con Paola Bigatto; movimento scenico con Vladimir Granov; danza contemporanea e contact con Laura Moro e Silvia Gribaudi.

 

Nel 2012 entra a far parte della compagnia Evoè!Teatro di Rovereto dove lavora come attrice, curando anche la parte organizzativa e progettuale.
Come attrice partecipa a SP40 di Cristina Belgioioso (spettacolo itinerante sul tema della prostituzione), Abissi di Nadja Grasselli (produzione LMN-Liminale Räume, progetto in inglese e tedesco ideato durante due residenze artistiche internazionali a Berlino e LIpsia), Cenerentolo di Nicola Benussi (produzione TeatroBlu, spettacolo per ragazzi), VERSO MI’CANTO (spettacolo nato dalla riflessione sulla poesia, che la vede co-autrice con Cristina Da Ponte e Viviana Leoni), KAUKALIAS quando volare vuol dire vivere regia di Alessio Nardin (tratto da “Il gabbiano” di A.Cechov), È GUERRA di Nadja Grasselli (produzione Evoè!Teatro, liberamente tratto da “Gli ultimi giorni dell’umanità” di K.Kraus), Bandierine al Vento regia di Toni Cafiero (in collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara). È attrice in Cattedrale (teatro al buio), progetto ideato da Guido Laino (Il Funambolo). In collaborazione con L’Altrastrada, Trento porta in scena il monologo notte interrotta sul tema della tratta a fini di sfruttamento della prostituzione., per la regia e drammaturgia di Nadja Grasselli. Produce con il musicista e compositore Ivan Daldoss vari spettacoli di Musica-Teatro per bambini pensati per scuole e biblioteche. Nel 2016 partecipa come attrice allo spettacolo La Cucina regia di Marco Bernardi prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano. Nel 2017 inizia la collaborazione con il drammaturgo Roberto Traverso e presenta  al Festival IT con la compagnia Evoè!Teatro  uno studio di COSA CI FANNO QUI TUTTE QUESTE DONNE?, progetto finalista di Scintille 2017. Lo stesso anno è parte del cast di Questa sera si recita a soggetto regia di Marco Bernardi prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano.  Nel 2018 realizza una lettura performativa in collaborazione con il duo Alnico2 tratto dall’opera per l’infanzia Greta la matta. In  collaborazione con Trento Spettacoli e Evoè!Teatro partecipa come attrice a Giudizi Universali , spettacolo itinerante tratto da quattro testi di Roberto Cavosi. Nel 2018 è attrice della nuova produzione di Evoè!Teatro Il Drago d’oro, opera inedita di R.Schimmelpfennig, il progetto è tra i finalisti del bando Forever Young 2017 indetto da La Corte Ospitale e vincitore del bando Vetrina delle idee promosso da Fondazione Caritro, Agis e Coordinamento Teatrale Trentino.

Dal 2017 frequenta regolarmente le lezioni e i seminari proposti dalla Compagnia di Teatro Danza Abbondanza/Bertoni che le permettono di ampliare e perfezionare la dimensione espressiva legata al corpo.

Affianca l’attività teatrale a una continua ricerca in ambito socio culturale e linguistico.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...