2016/2017 DIRITTI E ROVESCI

off-side-vol-4-zandonai

Rassegna di Cultura&Teatro 

OFFside Vol.4 DIRITTIeROVESCI

Direzione Artistica Evoè!Teatro / Ass. Smart  

In collaborazione con Quartiere Solidale

OFF-side è una rassegna culturale eterogenea che sigla la nascita della prima rete di promozione culturale di quartiere italiana con l’obiettivo di creare, nel quartiere Brione di Rovereto, un cartellone condiviso di offerte culturali. I promotori principali dell’iniziativa sono: Evoè!Teatro, Smart lab e la rete di Quartiere Solidale.

Giunta alla quarta edizione, la Rassegna di Cultura&Teatro OFF-side mette a frutto l’esperienza degli anni passati per dare vita ad una nuova stagione all’insegna della contaminazione artistica e culturale proponendo un cartellone eterogeneo di eventi, film e spettacoli sul tema dei DIRITTI: nasce così OFF-side DIRITTI E ROVESCI

Quest’anno la rassegna dedica ogni mese ad una tematica diversa nella cornice dei diritti, affiancando eventi culturali e spettacoli teatrali sulla medesima tematica. Questo permette di affrontare ciascun tema in modo poliedrico, dando spazio a linguaggi e strumenti espressivi e comunicativi diversi, che consentiranno al pubblico un confronto e incontro approfondito e variegato in un’ottica di sensibilizzazione e contaminazione delle idee.

Quartiere Solidale propone la Rassegna cinematografica “La finestra sui diritti”, a cui è dedicata una sezione speciale nel libretto. Alcuni di questi appuntamenti cinematografici li troverete anche consigliati in fondo a singoli eventi/spettacoli sotto la dicitura “film in abbinamento”, perché si occupano della medesima tematica.

A gennaio OFF-side Diritti e Rovesci ospita il mini Festival Aperta-mente, tre giorni di eventi, spettacoli, dibattiti e film sulle tematiche legate all’identità di genere: dignità, diritti, rispetto e sicurezza per le persone omosessuali e transessuali e per i bambini nati in famiglie dove i genitori sono dello stesso sesso, in collaborazione con A.GE.D.O. Nazionale. Madrina d’eccezione del Festival: Veronica Pivetti

Le tematiche mese per mese:
NOVEMBRE / Diritti e Migrazioni
DICEMBRE / Diritti e Educazione
GENNAIO / Diritti e Identità
FEBBRAIO / Diritti e Natura
MARZO / Diritti e Carcere
APRILE / Diritti e Lavoro
Tutti gli eventi si svolgeranno a SMART lab 
(viale Trento 47/49, Rovereto TN)
Info e prenotazioni spettacoli teatrali: info.evoeteatro@gmail.com 
(333 2686144 – 3493690226)
Info eventi culturali: info@smart--lab.org

Eventi e Rassegna cinematografica: Ingresso libero

Biglietto spettacoli teatrali 
INTERO: 8€ 
ABBONATI TEATRO ZANDONAI e 33 TRENTINI: 5€

OFF-side promuove il progetto 33 Trentini
Per rimanere aggiornato e informato seguici su Facebook

NOVEMBRE / Diritti e Migrazioni

  • SABATO 12/11 dalle 19:30 [FILM, DIBATTITO + MUSICA] SOSPESI NEL LIMBO – Fenomeni migratori e trasformazioni sociali

18:00 Apertura OFF-side Diritti e Rovesci e proiezione film “LIMBO” di Matteo Calore e Gustav Hofer

20:00 APERICENA con esposizione prodotti a cura di Mandacarù e dibattito

21:00 Spettacolo musicale con Emy Berti

Trama / Immaginatevi che una delle persone più care con cui vivete, il vostro compagno, vostra madre, un figlio o un fratello, venga improvvisamente portata via dalla polizia e imprigionata lontano da casa, con il rischio di essere per sempre espulsa dall’Italia. Tutto questo non per aver commesso un reato o un atto violento, ma solo per non avere i documenti in regola. Un pericolo tanto angosciante quanto reale per le famiglie di molti immigrati inseriti nella nostra società, ma in conflitto con la burocrazia. Limbo racconta le storie di quattro uomini che da un giorno all’altro vengono portati in un Centro di Identificazione ed Espulsione, e racconto delle loro famiglie, che attendono in un “limbo” di sapere se i loro cari torneranno a casa, o saranno allontanati per sempre dall’Italia. Storie in cui i figli sembrano solo poter subire i destini di sofferenza dei genitori e le donne devono reggere il peso di una legge che genera clandestinità e marginalità sociale.

Film in abbinamento
Merc. 23.11 h 21:00 Samba (2014 Francia Eric Toledano, Olivier Nakache)

 

  • MERCOLEDì 30/11 ore 20:45 [SPETTACOLO TEATRALE] RUMORE DI ACQUE

Spettacolo teatrale di Marco Martinelli

Ideazione Marco Martinelli, Ermanna Montanari / Regia Marco Martinelli  /  In scena Alessandro Renda  / Musiche originali Guy Klucevsek / Spazio, luci, costume Ermanna Montanari, Enrico Isola  / Sartoria e capi vintage Laura Graziani Alta Moda, A.N.G.E.L.O. / Tecnico luci Fabio Ceroni / Tecnico del suono Enrico Isola / Promozione Silvia Pagliano, Francesca Venturi / Coproduzione Ravenna Festival, Teatro delle Albe-Ravenna Teatro (RA) Con il patrocinio di AMNESTY INTERNATIONAL

“Ho scritto e diretto Rumore di acque dopo alcuni anni passati in Sicilia, presentandolo per la prima volta all’interno di Ravenna Festival 2010. Da allora quel testo ha avuto una lunga vita in Italia e all’estero. Ho letto o visto o solo sentito il Generale assumere corpi e lingue diverse, e altre ancora sono le metamorfosi previste. Quel generale monologante è in realtà un “medium”, è attraversato da un popolo di voci e di volti che lo assediano, il popolo degli annegati, quello che neanche la sua indole burocratica riesce a ridurre a mera statistica. Sono gli scomparsi che si rendono presenti attraverso di lui: lui malgrado. Il generale è solo sulla sua isola sperduta nel Mediterraneo, ma è attorniato dai morti che non lo lasciano in pace, che lo tormentano, che gridano per essere “ricordati” non solo come numeri.

Che cos’è la cultura, che cos’è il teatro, da Sofocle a Brecht, se non un cerchio ideale in cui l’umanità riflette sulla violenza e sulle contraddizioni drammatiche che la lacerano? Questo a mio avviso significa prendere sul serio le parole “cultura” e “teatro”, affrontando i nodi “capitali” della propria epoca. E tra questi la tragedia dei migranti e dei profughi: in relazione a questi “sacrifici umani”, a questa ecatombe senza fine, cosa può fare il nostro Vecchio Continente?” [Marco Martinelli]

DICEMBRE / Diritti ed Educazione

 Evento di Natale (Spettacolo per le famiglie)

A SCUOLA DI FANTASIA CON IL CIRCO TEATRO!

  • VENERDì 23/12 ore 20:45 [TEATRO PER TUTTI] BUONASERA – Il disumano e disperato caso di Michele Beltrami

Spettacolo di circo teatro / Di e con Michele Beltrami / Regia di Michele Beltrami e Paola Cannizzaro / Compagnia BELCAN (MI)

Un istrionico, surreale maestro anima una vecchia aula di scuola elementare. È un maestro di un tempo che non c’è più quando con la grammatica e la matematica si imparava pure la fantastica. Gioca con lo spazio, gioca con gli oggetti, gioca con l’unica parola che si concede di pronunciare: Buonasera, in un delicato tentativo di restituire il valore alle parole perché, così come scriveva Elias Canetti: “le parole sono importanti soprattutto oggi che, sempre di più, sono urlate, maltrattate, e in definitiva non ascoltate. Le parole sono un rifugio dal mondo violento e poco controllabile che ci circonda.” Uno spettacolo comico, un elogio dell’acrostico, un’investigazione del significato profondo che ogni parola porta con sé. Tutti possono assistere, partecipare, giocare a questo spettacolo. La chiave del successo è di lavorare di inesauribile fantasia.

Spettacolo vincitore Premio Godot 2011

A seguire.. Auguri e Panettone per tutti!

Film in abbinamento
Merc. 07.12 h 21:00 Non uno di meno (1999 Cina Zhang Yimou)

GENNAIO / Diritti e Identità

Festival APERTA-MENTE 

Tre giorni di eventi, spettacoli, dibattiti e film sulle tematiche legate all’identità di genere: Dignità, diritti, rispetto e sicurezza per le persone omosessuali e transessuali e per i bambini nati in famiglie dove i genitori sono dello stesso sesso

  • GIOVEDì 12/01 ore 20:45 [SPETTACOLO TEATRO-DANZA] COMUNI MARZIANI Ovvero dell’omosessualità e dell’affettività

Spettacolo di teatro-danza di Stefano Botti e Aldo Torta / Con Stefano Botti, Francesca Brizzolara, Francesca Cinalli, Riccardo Maffiotti, Aldo Torta, Elena Valente /  Musiche di Paolo De Santis / Compagnia Tecnologia Filosofica (TO)

Lo spettacolo ha come tema l’omosessualità, intesa come uno dei modi di vivere la sfera affettiva. In una società e in un’epoca storica che preme sull’individuo per farlo rientrare in categorie predeterminate, la persona che ama un individuo dello stesso sesso si trova a vivere, fin dall’adolescenza, enormi conflitti. Quello che è vissuto come inevitabilmente naturale e spontaneo diventa agli occhi degli altri una forma di devianza che viene condannata. Lo spettacolo si propone di affrontare quella sottile linea d’ombra che non ha età e che costituisce il passaggio dell’individuo da una fase di non accettazione e spesso di solitudine – in cui ci si sente “sbagliati”, “marziani” appunto – ad una fase di riconoscimento di se stessi, di apertura al mondo, di confronto, di accettazione che i propri sentimenti hanno gli stessi sapori, le stesse dinamiche e gli stessi profumi di quelli vissuti dagli altri con la differenza che sono indirizzati ad un compagno dello stesso sesso.

Attraverso situazioni teatrali che prediligono il linguaggio della danza, la vita reale ispirata a racconti, storie ed esperienze personali si colora in scena di tinte surreali, a volte comiche, spesso grottesche.

Venerdì mattina replica per gli istituti superiori e dibattito

  • VENERDì 13/01 dalle 19:30 [FILM + DIBATTITO] Né GIULIETTA Né ROMEO

ore 19:30 Apericena

ore 20:30 Presentazione e proiezione del film “Nè Giulietta nè Romeo“, diretto da Veronica Pivetti

A seguire dibattito con Veronica Pivetti e Elena Broggi, Vice Presidente A.GE.D.O. Nazionale

  • SABATO 14/01 [INCONTRI, DIBATTITI, FILM]  APERTA-MENTE

Dalle 14.30 alle 16:00 replica della proiezione del film “Nè Giulietta Nè Romeo” diretto da Veronica Pivetti e prodotto da Giovanna Gra

Dalle 16:00 alle 18:00 incontro rivolto agli studenti, ma aperto anche agli adulti, condotto da A.GE.D.O, Famiglie Arcobaleno, Arcigay. Durante la conferenza verranno esplorati i temi relativi a pregiudizi e stereotipi sulla transessualità e omosessualità, si definiranno i concetti di identità, orientamento e ruolo di genere e si rifletterà sui diritti per le persone omosessuali e sul bullismo omofobico.

Dalle 18:00 alle 19:30 visione del film documentario  “Due volte genitori” prodotto da A.GE.D.O. con la Commissione Europea nel ambito del progetto internazionale Daphne II “Family Matters – Sostenere le famiglie per prevenire la violenza contro giovani gay e lesbiche”. Il film entra nel cuore delle famiglie nel momento in cui fanno fronte alla scoperta dell’omosessualità di un figlio o una figlia. Il percorso di questi genitori, raccontato nel film, è perciò il percorso di qualunque genitore nel momento in cui deve confrontare le proprie aspettative con la realtà dei figli, sempre in attesa, sempre differente.

Alla visione del film sono invitati gli insegnanti, gli educatori e i genitori, ma anche gli studenti presenti al pomeriggio

Dalle 19:30 alle 21:00 Apericena

Dalle 21:00 alle 22:30 dibattito dopo la visione del film “Due volte genitori” con rappresentanti di A.GE.D.O. e con la partecipazione di Francesca Vecchioni e Veronica Pivetti

FEBBRAIO / Diritti e Natura

  • SABATO 04/02 ore 15:30 [INCONTRO + MUSICA] Per una nuova convivenza con l’Animalità

Un incontro per enfatizzare i concetti riguardanti il lato emotivo, affiliativo e cognitivo animale, anche nella convivenza tra animali umani e non-umani, comprendendo come preservarlo o recuperarlo se impattato da negative esperienze precedenti. Learning Animals riconosce gli animali come soggetti ed esseri senzienti, con un proprio mondo di percezione fisico, emozionale, affettivo e cognitivo. Per lo sviluppo di qualità di vita negli animali, è necessario creare questo tipo di consapevolezza, considerando l’animale con le sue coordinate innate cognitive. Ciò consente di prendere maggiore spazio per una nuova comprensione e per nuovi valori nella nostra convivenza con gli altri animali, non limitato dal peso e dalla resistenza del mondo convenzionale, ma ispirato alle nuove possibilità che questa nuova comprensione crea.

“Only when you give to Nonhuman Others the space, the context, and the time to create their own experience, their own learning, their own sharing, when you focus on their quality of life, and freedom of expression, will you see them for who they really are”. – Dr. Francesco De Giorgio –

Relatore: Dr. Francesco De Giorgio Biologist, Cognitive Ethologist, specialised in Nonhuman Animal Quality of Life  

A seguire buffet vegetariano e vegano

Spettacolo musicale con le Riciclette, un gruppo tutto al femminile

Film in abbinamento
Ven. 03.02 h 20:30 Cowspiracy: The sustainability Secret 
(2014 USA K.Anderson, Keegan Kuhn)
Dom. 05.02 h 17:00 (cinema ragazzi): Galline in fuga 
(2000 USA, GB Peter Lord, Nick Park)
  • VENERDì 17/02 ore 20:45  [SPETTACOLO TEATRALE] SULLA MORTE SENZA ESAGERARE

Spettacolo di maschere mute – Teatro di Figura

Ideazione e regia Riccardo Pippa /  Di e con Claudia Caldarano, Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Matteo Vitanza /  Scene, maschere e costumi Ilaria Ariemme /  Disegno luci Giuliano Bottacin / Cura del suono Luca De Marinis /  Organizzazione Camilla Galloni, Monica Giacchetto /  Co-produzione Teatro dei Gordi e TIEFFE Teatro Milano (MI)

La nuova produzione del Teatro dei Gordi è un omaggio originale alla poetessa polacca Wisława Szymborska. Ideato e diretto dal regista veronese Riccardo Pippa, Sulla morte senza esagerare, affronta il tema della morte in chiave ironica e divertente attraverso un uso non convenzionale delle maschere. Le figure si muovono con verità e leggerezza su un tessuto drammaturgico originale.

Sulla soglia tra l’aldiquà e l’aldilà, dove le anime prendono definitivo congedo dai corpi, c’è la nostra Morte. I vivi la temono, la fuggono, la negano, la cercano, la sfidano, la invocano. L’unica certezza è la morte, si dice.
Ma quanti ritardi nel suo lavoro, quanti imprevisti, tentativi maldestri, colpi a vuoto e anime rispedite al mittente! E poi che ne sa la Morte, lei che è immortale, di cosa significhi morire? Maschere contemporanee di cartapesta, figure familiari raccontano, senza parole, i loro ultimi istanti, le occasioni mancate, gli addii; raccontano storie semplici con ironia, per parlare della morte, sempre senza esagerare.
Selezione Visionari Kilowatt Festival 2016.
Selezione Visionari Artificio Como 2016.
Vincitore all’unanimità del Premio alla produzione Scintille 2015.
Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2015, indetto dall’Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine: spettacolo vincitore del Premio Speciale, Premio Giuria Allievi Nico Pepe e Premio del Pubblico.

con il sostegno di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo – Progetto Next – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo – Armunia – Campo Teatrale di Milano – Centro Artistico Il Grattacielo – Centro Teatrale MaMiMò- Mo-wan teatro – Sementerie Artistiche – Concentrica 2016

Film in abbinamento
Ven. 10.02 h 19:30 APERICENA
h 20:30 Promised Land (2013 USA Gus Van Sant). 
A seguire dibattito con l’intervento di Emanuele Bompan, 
autore del libro “Che cos'è l'economia circolare”

Merc. 15.02 h 21:00 Miele (2013 Italia Valeria  Golino)

 MARZO / Diritti e Carcere

  • SABATO 04/03 ore 18:00 [MOSTRA FOTOGRAFICA + READING] GUARDAMI immagini dal carcere

Mostra fotografica di Mattia Marinolli

“Guardami non parla del carcere, ma di persone che stanno vivendo un’esperienza carceraria; non vuole scavare nel loro passato, ma incontrarle nel loro presente”.

ore 18:00 Inaugurazione e presentazione della mostra con buffet

a seguire Reading letterario delle poesie di Giovanni Tassone a cura della Compagnia Evoè! Teatro e dibattito

Film in abbinamento
Merc. 15.03 h 21:00 Nel nome del padre (1993 Irlanda, GB Jim Sheridan)

  • VENERDì 31/03 ore 20:45 [SPETTACOLO TEATRALE] L’ARCHIVIO DELLE ANIME

Spettacolo teatrale / una creazione di Massimiliano Donato e Naira Gonzalez / collaborazione all’allestimento Raffaele Echelli / collaborazione alla drammaturgia David Anzalone / ricerca musicale Barnaba Ponchielli / elaborazione burattini Edgar Gonzalez /  costumi Manuela Marti / disegno luci Alessandro Scarpa / assistenza tecnica Emiliano De Pol  /  produzione Centro Teatrale Umbro (PG)

Quando della morte rimane solo il silenzio e l’odore, quando i personaggi hanno compiuto il loro tragico destino, quando il pubblico ha consumato il suo pasto e sazio dell’eroe che pensa ha lasciato il teatro per rientrare nella sua quotidianità lasciandosi alle spalle l’artificiosa morte, chi si occupa di seppellire i sogni perché il giorno dopo rifioriscano? È davanti ad una platea vuota che prende forma la figura della nostra riscrittura scenica, quella del becchino. Celebrerà  lui questo dramma intessuto di domande e di dubbi, di risposte contraddittorie, di lacune che ha un’unica certezza: la morte. Quella dei personaggi ma forse anche quella degli uomini condannati a rivivere sempre uguale il loro destino, presentandoci quel pensiero sincero e crudo che cerca il senso dell’esistenza… ma pensare è un’audacia, un privilegio riservato a Dio soltanto, i  cuori degli uomini sussultano s’agghiacciano e spaccano. A questa tragedia del disincanto non c’è cura o soluzione se non quella per il becchino di vivere in un cimitero fatto di trucchi e artifici in cui forse è ancora possibile lasciarsi incantare. Forse.

“Che meraviglia! Uno di quei rari spettacoli di suprema bellezza e intelligenza a tutti i livelli, per la drammaturgia, lo straordinario talento dell’attore, l’estrema cura in ogni passaggio, che pare riescano a dare nuova intensità, brillantezza, alla vita….” [Valeria Ottolenghi – Prime del teatro]

 

APRILE / Diritti e Lavoro

  • SABATO 08/04 ore 20:45 [SPETTACOLO TEATRALE] GIORNI RUBATI

Spettacolo teatrale / testi  Giammarco Mereu / regia  Silvia Cattoi e Juri Piroddi / con  Giammarco Mereu, Silvia Cattoi, Juri Piroddi, Antonio Sida / drammaturgia  collettiva / musiche di scena eseguite dal vivo  Simone Pistis /  Compagnia Rossolevante (OG)

MEDAGLIA DI RAPPRESENTANZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA / lo spettacolo ha il Patrocinio della Direzione Generale dell’ANMIL  / in collaborazione con la Fondazione LHS (Leadership in Health and Safety)  / una creazione nata col contributo di: Provincia Ogliastra, INAIL Direzione Regionale della Sardegna, ASL n.4 – Lanusei, Comune di Tortolì, ANMIL Nuoro

Il punto di partenza nella creazione di questo lavoro è stato il terribile incidente subito da un giovane operaio nostro amico: era uno di quegli autunni caldi, che fanno fatica a lasciare strada all’inverno. Era martedì e già pensavo a quello che avrei fatto la domenica. Quella domenica non è mai arrivata e non arriverà mai più. Ora tu fermati e dimmi: sei felice? No, non tra cinque anni, non tra dieci. Adesso, ora – dimmi: tu sei felice?

È qui che comincia la storia di Giammarco M. che una sera di novembre del 2006 – a soli 37 anni – è rimasto schiacciato sotto un cancello di 600 chili che gli ha spezzato la schiena e tolto per sempre la possibilità di camminare.

La storia di Giammarco è la storia di tanti (troppi) altri. È la storia di chi ha dovuto re imparare tutto, rivedere tutto, riscoprire tutto. È la storia di una lotta personale che vuole diventare anche una lotta comune, perché si parli di questo problema tremendo, di queste tragedie che ogni giorno colpiscono il mondo del lavoro, come una sorta di guerra sotterranea che nessuno vuol vedere o di cui vuol sentire parlare.

Film in abbinamento
05.04 h 21:00 Il posto dell'anima (2003 Italia Riccardo Milani)
19.04 h 21:00 Due giorni, una notte 
(2014 Francia Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne)

  • VENERDì 21/04 ore 20:45 [SPETTACOLO TEATRALE] SOCIALMENTE

Spettacolo teatrale / Ideazione e regia: Francesco Alberici e Claudia Marsicano / Drammaturgia: Francesco Alberici / Assistente alla regia: Daniele Turconi / Frigo Produzioni (MI)

Un giorno o un anno di vita (la dimensione atemporale impedisce ogni cronologia esatta) di due giovani totalmente alienati. In un’allucinazione continua scorrono i sogni di successo e gli incubi di fallimento di due soggetti desiderosi di essere ma incapaci di farlo.

Vincitore Premio Anteprima 2015, (PI) / Vincitore Premio Pancirolli 2014, Milano / Vincitore Festival Young Station 2014, (PO) / Vincitore OFFerta Creativa 2014, (BO)

off-side-vol-4-la-finestra-sui-diritti

scarica il libretto della rassegna:

OFF-side vol.4 DIRITTI E ROVESCI libretto

Annunci